Ass. Culturale e Sportiva per la promozione del territorio e turismo eco-sostenibile

l'associazione nasce per volontà di un gruppo amici che condividono la passione per la Mountain bike, per la natura e per territorio delle Città del Tufo loro terra natale.  

Questa area geografica che rappresenta l'ultima appendice interna della Maremma  è ancora oggi ricca di una natura rigogliosa e incontaminata, natura che la storia ha modellato negli anni e che con essa si fonde in un equilibro per molti lustri perfetto.

Nelle Città del Tufo la testimonianza più significativa di questa simbiosi sono le Vie Cave, una antica rete di vie di comunicazione scavate nel tufo,  utilizzate dall'uomo per muoversi attraverso il territorio dal tempo degli etruschi fino alla seconda grande guerra. Su queste Vie Cave oggi i Custodi delle Vie Cave si muovono a piedi o in Mountain Bike diventando insieme ai turisti gli unici fruitori di questa immensa testimonianza culturale e storica.

Oggi la simbiosi tra natura e storia sta vicendo una fase particolare, le antiche Vie Cave per la comunicazione sono state sostituite dalla rete viaria in asfalto che insieme alla trasformazione dell'economia locale ne ha decretato il completo abbandono fino a renderle unicamente un'attrazione turistica. Con questo cambiamento è venuta a mancare alle Vie Cave la manutenzione che inevitabilmente chi le utilizzava per necessità effettuava quotidianamente. Questo carico oggi si è spostato completamente sulle amministrazioni che non sempre hanno forze e risorse adeguate per farne fronte. In questo scenario con la sua enorme forza la natura si sta impadronendo delle Vie Cave decretandone una lenta degradazione.

I Custodi delle Vie Cave credono che sia necessario ripristinare l'equilibrio tra natura e storia e preservare, insieme a chiunque ne condivida l'importanza, questo patrimonio che profondamente gli appartiene. Attraverso la promozione del territorio e la sensibilizzazione verso il suo mantenimento I Custodi delle Vie Cave si offrono come aiuto concreto  per la pulizia e come punto di aggregazione per coloro che desideraro essere parte attiva nelle loro iniziative. Tutto questo ha come filo conduttore l'attività a piedi e  in Mountain bike.

Primo progetto portato a termine dai Custodi delle Vie Cave è stata la tracciatura e segnalazione di un sentiero naturalistico all'interno delle Città del Tufo denominato "Primitivo". Il sentiero con partenza dalla Fortezza Orsini raggiunge Pitigliano e San quirico  fino a ritornare al punto di partenza dopo 30 km. di strada quasi totalmente fuori dalle vie asfaltate.

Il Primitivo che volutamente è stato sviluppato evitando le Vie Cave più conosciute tocca aree significative come la valle del fiume Lente, il sentiero del Prochio, l'insediamento rupestre di Vitozza, la Cavarella della Cocceria fino ad attraversare il cuore del centro storico di Sorano e rientrare alla Fortezza Orsini.

Questo progetto è stato portato a termine grazie ad una campagna di tesseramenti che ha fatto rapidamente salire l'associazione a quasi 100 iscritti, oltre all'aiuto dell'amministrazione comunale e di tanti simpatizzanti.

Durante questi primi mesi di attività I Custodi delle Vie Cave ha effettuato diverse iniziative di trekking, Mountain Bike e giornate dedicate alla pulizia delle aree segnalate. il prossimo progetto sarà un tracciato che ambisce ad unire le 10 frazioni del comune di Sorano in un unico anello di circa 100/110 km. che ne valorizzi il patrimonio e ne contribuisca alla promozione.

Seguiteci su facebook

Condividi


Lascia un commento